Opening hours Monday – Friday 8.00-13.00 I 14.00 – 18.00

L’Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR

L’Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris campione WTCR Trophy e terza nel mondiale turismo FIA WTCR 2020 con assetto by NTP.

read more

show more pictures

L’Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR

L’Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris campione WTCR Trophy e terza nel mondiale turismo FIA WTCR 2020 con assetto by NTP.

È stata coronata dal titolo WTCR Trophy la stagione 2020 di Team Mulsanne e dell’Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris nel Mondiale Turismo. L’ultimo round in calendario, ancora sul circuito Motorland Aragon, ha visto Jean-Karl Vernay laurearsi campione fra i piloti indipendenti, e concludere con un eccezionale terzo posto assoluto. Il pilota francese è giunto ad un solo punto dalla possibilità di laurearsi vicecampione iridato, a conferma dello splendido lavoro compiuto dal costruttore di Opera in un anno ricco di sfide, sportive e non solo, contro una concorrenza che dispone di risorse superiori.
Vernay si era presentato alla vigilia del weekend già da terzo assoluto e leader del WTCR Trophy, dove la certezza matematica del titolo è maturata al termine di gara 2, in cui ha chiuso secondo al traguardo. Quinto in qualifica, in gara 1 il francese si è trovato a scattare sul lato meno gommato, perdendo terreno, ma è poi riuscito a recuperare fino all’ottava posizione e ad accumulare punti preziosi. Nel gran finale di gara 3, la soddisfazione di un altro podio assoluto con il terzo posto, e il successo numero 8 nella graduatoria del WTCR Trophy.
Vernay è così arrivato a 194 lunghezze totali, marcando punti in 15 delle 16 manches complessive. Un ruolino di marcia determinante, arricchito da due podi in Slovacchia e Ungheria e soprattutto dalla vittoria in gara 1 nel precedente round in Spagna. Per l’Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris è stato il terzo centro nella serie di riferimento per vetture turismo.
Team Mulsanne in questo weekend conclusivo del FIA WTCR ha nuovamente schierato una seconda Giulietta Veloce TCR per Luca Filippi, che in gara 2 è riuscito a concludere nella top 10 assoluta, nono, mostrando in generale buone prestazioni al volante della vettura italiana.

Le Alfa Romeo Giulietta TCR sono equipaggiate da assetti Eibach-Bilstein MDS sviluppati e costruiti interamente nel “Bilstein Technical Center” di NTP a Bolzano.
Michela Cerruti, Romeo Ferraris Operations Manager
“Si è chiusa per noi una stagione incredibile, andata probabilmente al di là di ogni aspettativa. Siamo passati dal non partecipare al Mondiale al trovarci in lotta fino all’ultimo round per vincerlo con Jean-Karl Vernay, terzo assoluto, a un punto dall’essere vicecampione e comunque capace di aggiudicarsi in modo netto il titolo nel WTCR Trophy, riservato ai piloti indipendenti. È forse il momento più alto nella storia del Progetto Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR intrapreso da Romeo Ferraris e Team Mulsanne, sfidando colossi del motorsport con risorse tecniche e finanziarie senza dubbio superiori alle nostre. Possiamo davvero andare orgogliosi di quanto realizzato, per giunta senza poter mettere in pratica i giochi di squadra di chi arriva a portare in griglia fino a quattro auto. Voglio dire grazie al nostro pilota Jean-Karl Vernay, così come a Luca Filippi per il contributo nei weekend in cui si è unito a noi, e a tutto il personale di Romeo Ferraris e Team Mulsanne che ha spinto al massimo in un anno reso ancora più impegnativo dalla pandemia del COVID-19. Desidero inoltre complimentarmi con Yann Ehrlacher, Cyan Racing e Lynk & Co per il titolo conquistato”.

Credit & Pictures: Romeo Ferraris

Totem Automobili Alfa Romeo Giulia GTA Elettrica da 500cv

Ecco la prima creazione della Totem Automobili. Carbonio, batterie e soluzioni all’avanguardia si fondono con le tradizionali forme della coupè Alfa Romeo per antonomasia. Per un restomod unico.

read more

show more pictures

Totem Automobili Alfa Romeo Giulia GTA Elettrica da 500cv

Ecco la prima creazione della Totem Automobili. Carbonio, batterie e soluzioni all’avanguardia si fondono con le tradizionali forme della coupè Alfa Romeo per antonomasia. Per un restomod unico.

RESTOMOD A BATTERIE – La Totem Automobili è un’idea di Riccardo Quaggio. Stiamo parlando di una realtà minuscola in senso assoluto, ma iperattiva se si considera che è nata nel 2018 e che il suo promo prodotto è già in fase di delibera finale. Si chiama Totem GT Electric e, come lascia intendere il nome, si tratta di una Giulia GT rivoluzionata nell’anima e nello spirito grazie a un restomod senza precedenti. S’ispira alle mitiche Alfa Romeo GTA e a spingerla c’è una unità elettrica (in posizione posteriore-centrale) che promette una potenza di oltre 500 cv. È alimentato da una batteria abbastanza grande da premettere 400 km di autonomia. Lo sviluppo di quest'ultima è stato curato internamente dalla Totem Automobili e utilizza uno speciale liquido militare per mantenere una temperatura costante all’interno della ‘pila’, che non supera mai i 38 gradi di temperatura. Soluzione che promette una maggiore efficienza e nessuna perdita improvvisa di autonomia a seconda delle temperature esterne o dell’utilizzo della vettura.
ELEGANTE E MOLTO AGGRESSIVA – La trasformazione in EV di un'auto storica è un'operazione sempre più comune grazie a specifiche liberalizzazioni legislative che permettono di sostituire il vecchio motore termico con uno elettrico senza iter burocratici infiniti per la riomologazione. Il cuore del lavoro si trova nei dettagli che hanno trasformato e reso unica la Totem GT Electric. A partire dalla carrozzeria quasi interamente realizzata in carbonio con carreggiate allargate di 18 cm, davanti e dietro. I nuovi fari a led (due + due supplementari ispirati alle luci delle auto da rally Anni 60) insieme ai fanali, passati da rettangolari a rotondi; tutto questo dona alla GT Electric una maggiore modernità nelle forme, mentre i cerchi da 17” forgiati suggeriscono le intenzioni sportive di questa Giulia GT elettrica, anche una volta portata al limite.
LE SOSPENSIONI SONO MODERNE – Anche sotto ai leggeri pannelli in materiale composito non mancano novità tecniche: per sostenere una potenza oltre quattro volte superiore all’originale è stata rinforzata la scocca con un rollbar ispirato a quelli impiegati sulle Giulia da corsa degli anni ‘60, mentre il contenitore della batteria in acciaio funge da elemento portante del telaio. Nuovo pure lo schema sospensivo: la Totem GT Electric utilizza il multilink al posteriore e MacPherson davanti con braccetti in alluminio e ammortizzatori Bilstein MDS a regolazione manuale a 2-vie o elettronica tramite APP (optional). Per scaricare tutta la potenza sulle ruote dietro è stato infine aggiunto un differenziale autobloccante a slittamento limitato.
SIMULA UN MOTORE TERMICO – L’abitacolo è curato tanto quanto l’esterno con nuovi sedili a guscio in carbonio e lussuosi rivestimenti in pelle per la plancia e i pannelli porta. Al centro tra i sedili di trova poi un elemento “curioso” per un’auto elettrica, la leva del cambio. Per garantire un maggiore piacere di guida la Totem GT Electric è dotato di un meccanismo che simula una trasmissione sequenziale con 'veri e propri' cambi di marcia. Questo sistema elettronico denominato “McFly” emula le prestazioni, il suono e le vibrazioni di un motore termico e della sua trasmissione su un motopropulsore elettrico; a seconda della modalità di guida selezionata il pilota potrà così cambiare la curva di coppia del motore, la potenza, ma anche la rapportatura del cambio e il numero di marce per un’esperienza di guida più coinvolgente.
QUANTO COSTA – La Totem GT Electric sarà prodotta in una tiratura limitata di venti esemplari a un prezzo di partenza di 430.000 euro. La consegna delle prime vetture di serie è attesa nel 2022. Articolo by: Al Volante Foto: Totem Automobili

The first racing Giulia Quadrifoglio at the Nürburgring 24H - sospension Eibach - Bilstein made by NTP

110th ALFA ROMEO: LANZA MOTORSPORT AND THE SCUDERIA DEL PORTELLO’S GENTLEMEN DRIVERS INTRODUCE THE FIRST RACING GIULIA QUADRIFOGLIO FOR THE NÜRBURGRING 2020 24H

read more

show more pictures

The first racing Giulia Quadrifoglio at the Nürburgring 24H - sospension Eibach - Bilstein made by NTP

110th ALFA ROMEO: LANZA MOTORSPORT AND THE SCUDERIA DEL PORTELLO’S GENTLEMEN DRIVERS INTRODUCE THE FIRST RACING GIULIA QUADRIFOGLIO FOR THE NÜRBURGRING 2020 24H

110th ALFA ROMEO: LANZA MOTORSPORT AND THE SCUDERIA DEL PORTELLO’S GENTLEMEN DRIVERS INTRODUCE THE FIRST RACING GIULIA QUADRIFOGLIO FOR THE NÜRBURGRING 2020 24H
The day in which Alfa Romeo celebrates its 110 years and the Museo Storico in Arese reopens to the public after the lockdown caused by the COVID-19 emergency, Scuderia del Portello and its Gentlemen Drivers look to the future of the brand Alfa Romeo in the motorsport field by introducing, after almost 20 years, the only Alfa Romeo which will take part in the Nürburgring 24h 2020.
It is the first Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio in the world fitted for the races, realized by the preparers of Lanza Motorsport – a sports association born in Valmorea (Como) exactly 35 years ago – under the initiative of its President Mauro Simoncini, a Gentleman Driver of Scuderia del Portello, the association based in Arese which since 1982 has been representing the sports brand Alfa Romeo in the most prestigious events worldwide.
It will participate in the most famous endurance for Tourism and GT cars, the Nürburgring 24h (24-27 September 2020), on the legendary circuit of the Nordschleife, under the “colors” of Lanza Motorsport – Scuderia del Portello; the crew will be made up by Mauro Simoncini, Ugo Vicenzi, Alberto Carobbio and Bruno Barbaro, four Italian Gentlemen Drivers who, on that historic track and in several German races, have gained a big experience with different kinds of cars.

THE CAR
Prepared by: Lanza Motorsport
Team: Scuderia del Portello
Drivers: Mauro Simoncini, Ugo Vicenzi, Alberto Carobbio and Bruno Barbaro
The Giulia Quadrifoglio belongs to the high quality products of the “Biscione” brand as a super sports variation of the standard Giulia.
The preparation for this huge event was followed by the technician of Lanza Motorsport, which in its 35 years of intense competitive activities took part in 18 editions of the 24h with cars of different brands.
The huge power, which can be found also in the standard variation, for the rules and regulations of the race inserts the Giulia Quadrifoglio in the highest class SP8 T (turbo cars) with “Appendix 5” configuration:
Engine: V6, 2891 c.c., petrol
Power: 520 hp
Weight: 1400 kilos
Tank: 120 liters
Acceleration: 0-100 km/hour in 3.2 seconds
Maximum speed: 322 km/hour
Traction: rear
Gearbox: automatic, 8 speed
Trim: NTP Eibach & Bilstein, model Nürburgring – Nordschleife

Body further lightened with the reconstruction of some parts in carbon
Rear spoiler in carbon reconstructed and modified according to the regulations of the race.
As far as the safety is concerned, there are a F.I.A. homologated rollbar, an unmovable fire extinguishing apparatus and belts with 6 fixed points.
The project stems from a private venture of Mauro Simoncini, owner of the car and driver member of Scuderia del Portello, who made his debut at the Nürburgring 24h exactly 20 years ago with an Alfa Romeo 155 V6. His competitive activity in the mortorsport field begun in 1979 and saw him busy, with important results, in any kind of races, on track and on the road, at the wheel of several kinds of cars, both historical and modern: single-seater ones, prototypes, Tourism and GT.
“We have decided to bring back to the Nürburgring circuit, in its most important race of the season, a car of an Italian brand, after taking part in our first 24h with an Alfa Romeo, and after that in other 17 editions with foreign brands; after 20 year, we chose once again the historical Alfa Romeo brand, which has always been important to us, with the current “top quality product” of the “Biscione”. In the latest editions and in several other races my team mate was my friend Arturo Merzario (among other things, he is the Honorary President of Scuderia del Portello), with whom I would love to share in the future the steering wheel of the Giulia Quadrifoglio on the Nürburgring race track”.

Walter Röhrl statement of NTP shock absorbers for Porsche 911 Gr.B

NTP ha festeggiato i trent'anni della sua attività. Insieme agli ospiti d'eccezione Biasion e Röhrl, hanno mostrato il meglio dei prodotti per il tuning importati e distributori ormai da tre decenni.

Walter Röhrl sull'assetto sviluppato da NTP

read more

Walter Röhrl statement of NTP shock absorbers for Porsche 911 Gr.B

NTP ha festeggiato i trent'anni della sua attività. Insieme agli ospiti d'eccezione Biasion e Röhrl, hanno mostrato il meglio dei prodotti per il tuning importati e distributori ormai da tre decenni.

Il clima informale e amichevole dell’evento è lo specchio dello spirito dell’azienda, dinamica e moderna, dove si respira un’atmosfera di serenità e collaborazione. Centinaia di persone,
arrivate da tutta Italia e dal Nord Europa, hanno trascorso una bella giornata all’insegna dei motori e della velocità. Dopo i discorsi programmatici sull’attività della NTP, il tendone delle feste montato sul prato dell’azienda si è trasformato in una gioiosa sala ristorante
dove i due ospiti d’onore, Miki Biasion e Walter Röhrl, hanno estratto a sorte i nomi dei fortunati che avrebbero girato in pista accanto a loro, nell’abitacolo delle performanti BMW M3 e Porsche 911 Gruppo B. Inoltre c’era la Fiat Abarth ex-Walter Röhrl e la BMW M2 a disposizione per lo stesso scopo. La carovana quindi si è trasferita al vicino Safety Park di Vadana, un polo motoristico a pochi chilometri da Bolzano strutturato per eventi in circuito e corsi di guida, a due e a quattro ruote, su asfalto e off-road.
Si dice che i “nordici” siano freddi e distaccati, ma i due fratelli Petra e Jochen Trettl, che hanno preso le redini dell’azienda paterna, sono stati dei perfetti intrattenitori, sia nel salone dell’autodromo sia ai box dove Biasion e Röhrl sono diventati i protagonisti assoluti. I due campioni del volante hanno dato spettacolo, il primo sulla BMW e il secondo sulla Porsche, facendo salire l’adrenalina ai fortunati che sedevano al loro fianco. Si sono
esibiti sulla pista del circuito, mettendo in evidenza il proprio stile di guida e le diverse
caratteristiche delle due vetture. Tanto spettacolo e controsterzi per l’esuberante accoppiata
Biasion-BMW, una guida veloce ed efficace per l’altro abbinamento Röhrl-Porsche.
La giornata, in un clima decisamente festoso e rilassato, è stata un’ottima occasione per
rivedere o conoscere meglio quelle persone che normalmente si contattano solo per lavoro, con ritmi ben più frenetici. I partecipanti però erano davvero troppi, perché tutti potessero sedere nell’abitacolo insieme a Biasion e a Röhrl.
Così NTP ha pensato anche a loro, aprendo le porte dell’adiacente kartodromo in modo che
avessero la possibilità di sfogare la comune passione, cimentandosi con un volante tra le
mani.

Lancia Delta Futurista con assetto regolabile via iPhone by NTP

330 CV per 1.250 kg.
Automobili Amos ha ripreso i progetti della Delta Integrale Gruppo A, dominatrice del Mondiale rally a cavallo tra gli anni '80 e '90, sviluppando dei rinforzi per la scocca, una roll-cage e nuove componenti per l'assetto che, a differenza del modello originale, dispone di sospensioni a doppio quadrilatero realizzate in alluminio.

read more

show more pictures

Lancia Delta Futurista con assetto regolabile via iPhone by NTP

330 CV per 1.250 kg.
Automobili Amos ha ripreso i progetti della Delta Integrale Gruppo A, dominatrice del Mondiale rally a cavallo tra gli anni '80 e '90, sviluppando dei rinforzi per la scocca, una roll-cage e nuove componenti per l'assetto che, a differenza del modello originale, dispone di sospensioni a doppio quadrilatero realizzate in alluminio.

Gli ammortizzatori Bilstein, creati e sviluppati nel nostro Bilstein Technical Center con Bilstein iRC sono, insieme al sistema d'apertura keyless, l'unico pezzo tecnologico presente sulla sportiva: si controllano con un'APP tramite smartphone e permettono differenti regolazioni per adattare l'auto alle condizioni stradali.

Fibra di carbonio, pannelli d'alluminio battuti a mano, sellerie d'Alcantara d'ispirazione racing e dettagli esclusivi caratterizzeranno tutti i 20 esemplari che saranno proposti ai clienti a prezzo di circa 300.000 euro
Complimenti per questa opera d’arte a cui poteveamo collaborare con la costruzione dell’assetto Eibach-Bilstein e la messa a punto.

Ad ogni Stratos il suo assetto Bilstein by NTP

Se siete i fortunati possessori di una Lancia Stratos, abbiamo il giusto assetto per voi.

read more

show more pictures

Ad ogni Stratos il suo assetto Bilstein by NTP

Se siete i fortunati possessori di una Lancia Stratos, abbiamo il giusto assetto per voi.

Abbiamo realizzato sia gli ammortizzatori regolabili per il campione europeo di Rally del 2017, Erik Comas,
anche ex Pilota da Formula 1, sia l’assetto per la Stratos per uso stradale.
Possiamo così mettere a disposizione il ricambio, con cartucce per i montanti originali, o un assetto a ghiera nuovo con la regolazione della tarature.

E se proprio non trovate una Stratos originale in commercio, abbiamo anche gli assetti per la NewStratos che vengono costruiti da quest anno dalla Manifattura Automobili Torino. Potete scegliere tra un assetto classico con regolazione a 2-vie o anche un assetto regolabile tramite Smartphone e l’applicazione iRC.

Come ai “bei” tempi del mondiale che fù, dove già allora la mitica vettura adottò il sistema Bilstein, ancor’oggi BILSTEIN è sempre la scelta migliore.

THE MANIFATTURA AUTOMOBILI TORINO FULFILS CAR DREAMS

Suspension know-how from our BILSTEIN Service Center N.T.P. in Italy

An unadorned industrial park in Rivalta di Torino, a community with at least 20,000 inhabitants somewhat outside of the Italian car metropolis of Turin. It’s hard to believe: car dreams come true behind the inconspicuous walls of Via Valgioie. Because it is here that perhaps one of the most exciting sports car companies is located: The Manifattura Automobili Torino, or abbreviated: MAT. The Manifattura Automobili Torino has specialised in the construction, development and production of individual parts and small production runs of racing and sports cars. In doing this, the Italians surrounding Paolo Garella, the founder and CEO of MAT, have filled a relatively extraordinary niche. Because barely one company is able to provide all of this from one provider.

Bilstein link

read more

show more pictures

THE MANIFATTURA AUTOMOBILI TORINO FULFILS CAR DREAMS

Suspension know-how from our BILSTEIN Service Center N.T.P. in Italy

An unadorned industrial park in Rivalta di Torino, a community with at least 20,000 inhabitants somewhat outside of the Italian car metropolis of Turin. It’s hard to believe: car dreams come true behind the inconspicuous walls of Via Valgioie. Because it is here that perhaps one of the most exciting sports car companies is located: The Manifattura Automobili Torino, or abbreviated: MAT. The Manifattura Automobili Torino has specialised in the construction, development and production of individual parts and small production runs of racing and sports cars. In doing this, the Italians surrounding Paolo Garella, the founder and CEO of MAT, have filled a relatively extraordinary niche. Because barely one company is able to provide all of this from one provider.

The Manufacture has worked together with Scuderia Cameron Glickenhaus in several projects. For example, the Italians developed the SCG003S – a sports car with 800 HP and bodywork made of CFRP, for the US billionaire James Glickenhaus. Likewise, the SCG003C emerged as a very well respected race car for Scuderia Cameron Glickenhaus as it achieved pole position at the 2017 24 hour race at the Nürburgring. Currently the Italians are finishing a small series of the “New Stratos”, the new interpretation of the 70s cult rally car. At the 2018 Geneva Motor Show, it respectably turned visitors’ heads.

The promise of the 2014 founded company: every project is uniquely and individually tailored to the customer’s dream – the own demand and the customer’s demand are accordingly high. Just like the expectations of the development partners at MAT. Since 2015, Manifattura Automobili Torino has placed their trust in our suspension expertise. “MAT knows that we are able to build high-performance shock absorbers tailor-made to customer’s requirements”, said Jochen Trettl, Managing Director of our BILSTEIN Service Center N.T.P. in Italy. “In vehicles which have more than 600 HP and for those with a value in the millions bracket, it is naturally important to provide attractive and innovative solutions, such as our add-on module iRC, with which we are able to control the various shock absorption profiles via a smartphone. And then it is naturally, above all, about supplying an excellent suspension set-up”, Jochen is convinced.

Race for a good cause

At the time, it was racing driver Luca Somaschini who represented the party on shock absorbers for us. Now his daughter Rachele uses our Modular Damper System in the Italian MINI Challenge and the hill climb championships.

read more

show more pictures

Race for a good cause

At the time, it was racing driver Luca Somaschini who represented the party on shock absorbers for us. Now his daughter Rachele uses our Modular Damper System in the Italian MINI Challenge and the hill climb championships.

The young female racing driver, known for having cystic fibrosis, collects donations at every race which go toward the research of the to-date incurable metabolic disease. Rachele is currently competing in her MINI F56 in the Italian MINI Challenge. She is en route on our shock absorbers. As in the Alfa Romeo GTV Cup, we are also represented in the MINI Challenge Italia as a technical partner and sponsor. The MINIs have been equipped with our Modular Damper System from N.T.P on the front and rear axles. The multi-configurable adjustment range enables the teams maximum flexibility as the set-up can be adapted to the racing track without problems from changes. Rachele even holds her ground during the demanding hill climbing within the CIVM Championship. There she has a MINI R56 as support which is likewise on our MDS suspension kit. It was developed and adapted at the BILSTEIN Service Center N.T.P. Through the 2-way adjustability, the suspension can be maximally individualised and adjusted to the incidences on-site.

En route for the good cause

Rachele is always accompanied by her illness. This is currently incurable. For that reason you can read “#CorrerePerUnRespiro” on her front windscreen, which means so much as “Racing for a breath”. The young racing driver collects donations throughout the season and in doing so supports an initiative, which generates awareness for an illness and finances its research.

Nissan GT-R (R35)

Nissan GT-R (R35) – Eibach-Bilstein coilover kit

Coilover kit with Eibach springs and Bilstein shock-absorbers for the Nissan GT-R (R35) with high adjustment and electronical…

read more

show more pictures

Nissan GT-R (R35)

Nissan GT-R (R35) – Eibach-Bilstein coilover kit

Coilover kit with Eibach springs and Bilstein shock-absorbers for the Nissan GT-R (R35) with high adjustment and electronical…

…setting adjustment from inside the car with the OE interfaces of the Nissan GT-R. The driver can chose “Normal”, “Comfort” or “Race” mode.
The engineer in the “Bilstein Technical Center” of NTP, use the original Bilstein piston rod and working piston, which is also in the original Nissan GT-R, but with a stiffer setting for road use but also Track-days.

The kit is completely plug-and-play and is not necessary to make modification.
In combination with the Bilstein dampers, we use Eibach ERS springs, with a stiffer rating, to have less movement and to have a direct response of the car on road and track.
In combination with the Eibach-Bilstein Coilover kit NTP has also in program the Eibach stabilizer bar with a diameter of 35mm on the front and 16mm on the rear